UNICI – Firenze, Palazzo Ximenes Panciatichi
16885
post-template-default,single,single-post,postid-16885,single-format-standard,bridge-core-3.0.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-28.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.8.0,vc_responsive
 

UNICI – Firenze, Palazzo Ximenes Panciatichi

Il giorno 10.06.2023 a Firenze, nello splendido Palazzo Ximenes Panciatichi, si è svolta la presentazione del progetto “UNICI” a cura della Dottoressa Leonarda Zappulla, le cui parole :

“L’ individualità artistica rende singolare una creazione; è quell’ attributo intrinseco nella mente e nelle mani di chi genera un’ opera destinata a lasciare traccia del proprio autore per sempre.”

Tale progetto è inserito nell’ Annuario Internazionale d’ Arte Contemporanea Artisti ’23, in vendita in tutte le librerie d’Italia Mondadori Store.
Le opere pubblicate su tale catalogo nella sezione UNICI sono Battiti d’ Ali e Legami.

Una cifra stilistica ed eclettica quella di Paola Salomè che fonde la genuinità post-naif, come l’ha definita Vittorio Sgarbi, all’uso irruente del colore dei Faubes.
Ciò che percepiamo subito dalle sue opere è un’ aurea sognante e serafica, un’energia meditativa caratterizzata da amore; un’armonia soffusa.
Noi siamo fatti di vibrazioni come lo stesso Universo, e nei quadri della Salomè tutte queste energie trovano un equilibrio ed emanano, tramite il colore le sensazioni di pace e di gioia vissute dall’artista stessa durante la genesi creativa.
L’ identità tra arte e filosofia di vita intercorre tra le esperienze estetiche e conoscitive che emergono dalla sua produzione, in cui rintracciamo affinità tra sentimenti forma e colore, riuscendo a trasporre sulle proprie tele quello che Kandinskij chiamava “esperienze nel campo del sentimento”.

Conosciamo dunque un’artista capace di cogliere l’energia sottesa alla mera rapprentazione della realtà oggettiva, un’artista che lavora sulla percezione sensibile e che colma la tela di un magma pittorico fluido e sinuoso.  Paola Salomè riesce a dar voce alla sua sperimentazione, a quelle esperienze vissute e svelate, ed ecco la coincidenza tra arte e sussistenza. È la potenza cromatica, la brillantezza delle tonalità a contrasto, a rendere queste sue creazioni degli autentici inni alla bellezza e alla vita, dei manifesti volti all’esortazione dell’ottimismo, dei motti che incitano alla gioia, che incoraggiano all’esperienza e sollecitano gli animi a destarsi dal torpore dell’apatia. La composizione della nostra fiduciosa autrice è libera, va da sé, esiste in quanto tale si manifesta vibrano con spontaneità e facendo a sua volta palpitare le coscienze  dei fruitori all’unisono sotto il canto dell’entusiasmo.

Gallery

Videogallery