Primo premio “Giotto” per le arti visive
15902
post-template-default,single,single-post,postid-15902,single-format-standard,bridge-core-3.0.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-28.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.8.0,vc_responsive
 

Primo premio “Giotto” per le arti visive

Opere dense di significato volte a definire la costruzione dell’identità dei singoli soggetti inseriti in un contesto naturale.

La forte percezione del desiderio di libertà si sposa con il sentimento più intimo di andare verso nuovi orizzonti, alla scoperta di un mondo che non conosce confini.

L’artista mette a disposizione un’iconografia di inesauribile bellezza, introducendoli in un racconto che si definisce per la sua divina incertezza. Una tecnica all’apparenza semplice ma ricca di sfumature emotive.

La sua conoscenza del colore riesce ad innescare un particolare ritmo persuasivo che incalza l’animo dell’osservatore invitandolo ad imprimere dentro di sè singolari dettami carismatici.

Estrema sensibilità nei confronti dei maggiori temi che accompagnano la vita dell’uomo: particolare attenzione per il concetto di solitudine comparato alla scarsa possibilità di intravedere uno spiraglio di luce in fondo al cammino.

Campiture cromatiche che si mescolano al segno e alla luce descrivendo una struttura spirituale che enfatizza il suo incessante movimento alla ricerca di un mondo ideale.

La luce viene catturata e fissata con grande maestria valorizzando al massimo la sua espressione pittorica, basando l’impianto scenico delle sue composizioni in direzione di una continua persuasione emotiva.

Un’arte che ci regala emozioni sempre nuove attraverso l’elaborazione della sua narrazione, strutturata con elegante accostamento di cromatismi luminosi.

Adottando un codice minimalista, Paola Salomè si lancia verso seducenti visioni pittoriche che si accostano perfettamente alle sue attività artistiche fatte di sentimenti passionali. Un misterioso fascino che si rivela come trasposizione dell’ammirazione interiore, definendo opere che incantano il fruitore.

 

Dott.ssa Rosanna Chetta

Gallery